• ++39 342.7004472
  • gianluigis@virgilio.it

Juan Tamariz-Martel Negrón

Juan Tamariz-Martel Negrón

Juan Tamariz-Martel Negrón (Madrid, Spagna, 18 ottobre 1942) è un illusionista, conosciuto in modo professionale come Juan Tamariz o semplicemente Tamariz, specializzato principalmente in Cartomagia e Close Up Magic, e utilizzando umorismo in tutti i suoi numeri. Molte volte riconosciuto come uno dei migliori maghi nella sua specialità, e perfino come “il miglior mago del momento” in generale, soprattutto dopo aver vinto il Primo Premio Mondiale di Cartomagia (Parigi, 1973) .

Biografia
Juan Tamariz è nato a Madrid, il 18 ottobre 1942. Il padre, Julio Tamariz-Martel Fabre, era di Écija e sua madre, Maria del Consuelo de las Cuevas Negron di Algeciras. Conosceva la magia L’età di quattro anni, quando i suoi genitori lo portarono in un teatro per vedere un mago, e da quel momento decise di iniziare il suo apprendimento magico.  il giorno del compleanno, ricevette come dono un gioco di magia e così ha preso i suoi primi passi nell’arte. Inoltre, ancora un bambino, poteva sempre andare all circo a guardare i maghi e spettacoli di magia del mago Marlow , insieme ai suoi fratelli maggiori.

Non appena avesse imparato empiricamente il livello sufficiente di magia, ha preso in prestito i suoi primi libri di magia. Ha inoltre iniziato a presentare spettacoli a diversi tipi di pubblico, e per prepararsi ad aderire alla Società spagnola di illusione (SEI). E ‘stato presentato al SEI, all’età di 16 anni, ma non è stato accettato perché non aveva l’età minima prevista di 20. Tamariz, tuttavia, è stato reintrodotto quando aveva 18 anni e ha chiesto per l’esame di ammissione. Dopo aver stupito gli esaminatori, che hanno subito notato il talento indiscutibile del ragazzo, è entrato nella società magica senza aver dovuto soddisfare l’età minima richiesta.

Nel SEI, Tamariz ha incontrato Juan Antón, con il quale ha formato il numero di “Los Mancos” un atto magico in cui sia agiva solo con una mano ciascuno. Lì ha anche incontrato il suo insegnante, Arturo de Ascanio e altri. Inoltre cominciò ad agire come clown e burattinaio, pratiche che lo avrebbero reso ancora più agevole nell’arte della commedia.

Accademicamente, Juan Tamariz ha studiato una laurea in Scienze Fisiche fino quarto anno dei cinque previsti, ma non ha finito il percorso perché il suo vero interesse era nel cinema. Entrò a studiare presso la scuola di cinema, dove incontrò José Luis García Sánchez e Miguel Hermoso. Tamariz, però, anche continuato laureandosi come regista. Mentre studia cinema, Tamariz ha diretto due cortometraggi: la morte SA (1967) e lo spirito (1969), ed è l’autore di questi ultimi e la prima apparizione in un film dell’attrice Carmen Maura. Dopo la chiusura ha fondato, insieme ad altri, la scuola di magia di Madrid .

Anche con 74 anni sta facendo numerosi spettacoli e presentazioni in conferenze in tutto il mondo, soprattutto in Spagna, e appare in vari programmi televisivi ed eventi su magia.

Juan Tamariz ha quattro figli: Monica, laureata in linguistica, Università di Edimburgo; Ana, direttore della scuola di magia di Madrid da lui fondata;  Alicia, la musica, e Juan Diego. Tamariz si sposò con la colombiana Consuelo Lorgia nel 2008, maga professionista.

Mago e Illusionista 
Dopo diversi premi nazionali e secondo posto nella FISM con Juan Anton nel 1973 Tamariz ha dato il salto definitivo verso la gloria quando ha vinto gli onori World Award Cartomagia del Magic World Congress tenutosi a Francia. Il numero presentato, conosciuto come “il numero di Parigi” era un misto di magia della carta e numismagia, tra cui trasformazioni, sparizioni e apparizioni, il tutto presentato con ironia, mentre Tamariz suonava musica con un’armonica. Arturo de Ascanio ha affermato che l’effetto era la più bella magia che aveva visto nella sua vita.  Il mago leggendario Dai Vernon ha assicurato, riferendosi a Tamariz, che in più di ottanta anni della sua vita magica, nessuno aveva ingannato come lui, e più tardi, il mago Ricky Jay americano in un’intervista dichiara che tamariz sarà considerato come tra i maghi che saranno ricordati nel futuro.

Nel corso della sua carriera ha portato in giro per il mondo le sue conferenze, i Europa, America e Asia, conferenze culturali sulla storia della magia per mostrare al pubblico la sua magia dal vivo e in televisióne.  Per la sua profonda conoscenza della teoria e della storia La magia è stato descritto come una “enciclopedia vivente”

Televisione
Durante la sua carriera, Tamariz è apparso in una quantità enorme di programmi televisivi, sia all’interno che all’esterno la Spagna, contribuendo all’evoluzione della magia e della sua diffusione . Il suo debutto davanti alle telecamere è venuto nell’anno 1961; Anni dopo è apparso regolarmente in Buenas Tardes (1972), il programma presentato da Raúl Matas. Nel 1976 ha presentato, insieme a Julio Carabias, uno spazio dedicato al mondo della prestidigitazione Tempo Magico. Nello stesso anno ha testato le sue doti di un attore che interpreta Don Strait, uno dei contest Tacañones Uno, due, tre … risponde di nuovo. Ha lasciato il programma dopo aver agito in 53 episodi, nel febbraio 1977, e lo spazio bambini El Recreo, dove ha abbagliato con i suoi trucchi i più piccoli. Negli anni successivi ha continuato ad apparire nella famosa Uno, due, tre , Questa volta nella sua condizione di mago. Inoltre ha diretto i propri spazi di magia in diverse catene: Magicamente (1982) e Magic Makin’, insieme a Pepe Carroll, sia TVE e Chantatachan (1992) in Telemadrid, accompagnato da Alaska. È apparso in Carta Blanca (TVE2) nel 2006, con il proprio programma, e in varie sezioni e occasioni nel programma dedicato alla magia Nada x aquí (Cuatro) .

E ‘stato intervistato da rinomati relatori spagnoli come Andreu Buenafuente (Antena 3), Jesús Quintero (Il Pazzo Hill, BBC1) o Pablo Motos (El Hormiguero) .

Alcune delle catene più importanti del mondo in cui sono intervenuti sono NBC (EE. UU.), NHK (Giappone), ITV (Regno Unito), TF1 (Francia) e RTP (Portogallo), nonché una serie di programmi per la Caracol TV e RCN (entrambi dalla Colombia) e Canale 13 (Cile).

Pubblicazioni
Ha pubblicato articoli in diverse riviste, oltre a scrivere circolari nella scuola magica di Madrid.

Tamariz ha scritto diversi libri durante la sua carriera, alcuni dei quali tradotti in inglese, 4 tedesco, italiano e francese. Tra le sue opere si distingue ” monete, monete e monete” (1969), che presenta una routine di monete per numismagos; Magic nel bar (1975), che include effetti raggiungibili con materiali comuni facilmente reperibili in qualsiasi ristorante; Magicolor (1977), che si concentra sulla magia che utilizza i cambi di colore; Il modo magico (1987), dove espone la sua teoria delle false tracce; Ed i cinque punti magici (1988),  che si basa su una delle sue conferenze sulla presentazione della magia.

Tra le altre opere sono Truki-cartomagia (1970), Learn Magic (1973), Segreti di Magiapotagia (1988), Sonata (1989) e Por Arte de Verbimagia (2005), nonché un lavoro sulla storia della magia Tre volumi.

È il fondatore e proprietario della casa editrice Frakson dedicata alla pubblicazione di libri relativi all’illusionismo.

La sua magia è studiata nelle facoltà di Belle Arti degli Stati Uniti.

Principali lavori
Tamariz, Juan (1969). Monete, monete … (e monete): routine della moneta magica. Cymys. ISBN 9788485060368.
Varela, Ramon; Tamariz, Juan (1970). magic Truki-card. Cymys.
Tamariz, Juan (1973). Impara la tua magia. Cymys. ISBN 9788485060245.
Tamariz, Juan (1975). Magia nel bar. Cymys. ISBN 9788485060375.
Tamariz, Juan (1977). Magicolor: (la magia del cambiamento di colore). Cymys. ISBN 9788485060146.
Tamariz, Juan (1978). Il metodo simbolico. ISBN 978-2-914983-31-0.
Tamariz, Juan (1980). Enciclopedia Forzata. Fotocopie.
Tamariz, Juan (2005) [1981]. I cinque punti magici. L’edizione originale del 1981 era fotocopia enchilada, circolante in quel formato tra i maghi. Magical Productions Tamariz. ISBN 9788493150839.
Tamariz, Juan; Mayrata, Ramón (1982). Per magia: Storia di automi preceduti dalla storia di manipolazione e manipolazione. Puntuale. ISBN 9788486057039.
Tamariz, Juan (1987). Il modo magico. Frakson. ISBN 84-85869-57-5.
Tamariz, Juan (1989). Sonata. Design e illustrazioni di Marga Nicolau. Frakson. ISBN 9788486861070.
Tamariz, Juan (1990). Segreti della potagia magica. Volume 2 della Biblioteca Incantata di Juan Tamariz. Frakson. ISBN 9788486861131.
Tamariz, Juan; Mayrata, Ramón (1990). Il sangue del turco. Volume 3 della Biblioteca Incantata di Juan Tamariz. Frakson. ISBN 9788486861148.
Tamariz, Juan (1991). Il mondo magico di Tamariz. Edizioni del Prado. ISBN 9788478381418.
Tamariz, Juan (1992). Il mondo magico di Juan Tamariz. Distribuito inizialmente in fascicoli e accompagnato da video e riprodotto in tre volumi. Il Prado. ISBN 978-84-7838-140-1.
Tamariz, Juan (2009) [1992]. La magia del pollice falso: (teoria, tecnica e pratica). Magical Productions Tamariz. ISBN 9788493150860.
Tamariz, Juan; Krenz, Jim (1994). Il controllo perpendicolare Tamariz (controllo perpendicolare Tamariz). Fotocopie.
Tamariz, Juan (2000). Sinfonia nella mnemonica maggiore: il ponte mamaremonico di Tamariz. Witch Music Volume 2. Magical Productions Tamariz. ISBN 9788493150815.
Tamariz, Juan; Navarro, Gema (2005). Per l’arte di verbimagia. Magical Productions Tama. ISBN 9788493150846.
Tamariz, Juan (2011). Il modo magico. Edizione corretta (seconda edizione). Cambridge: Cambridge University Press. ISBN 978-84-931508-7-7.

Premi e riconoscimenti 
Anche se ha ricevuto molti riconoscimenti nazionali ed internazionali tra i quali sono i più rinomati nel mondo della magia e delle arti “, afferma che non crede nei premi e dice che quando viene dato è perché ha mandato prosciutti alla giuria “.

Nazionali
Ha vinto il secondo premio al National Magic Congress di Saragozza nel 1962. Nel 1968 ha vinto l’Asso di Cartomagia nel primo concorso magico di Madrid. Inoltre, ha anche guadagnato, accanto al mago Juan Anton, l’Asso della Magia e il Premio Straordinario. Nel 1972, ha vinto il Gran Premio al Congresso Nazionale della Magia di San Sebastiano. Nell’aprile 2011 il Consiglio dei Ministri spagnolo gli ha conferito la Medaglia d’Oro in Belle Arti.

Internazionale
Nell’ambito internazionale, ha ricevuto molti premi, oltre al primo premio mondiale per la cartomagia (Parigi, 1973),  prima di raggiungere il secondo premio, con Juan Antón di micromagia nel 1970, concesso da FISM.

L’Accademia delle Arti Magiche lo riconosceva nel 1992 come Mago dell’Anno e nel 2000 con il Premio di Battaglia Performing.

Al Congresso mondiale del 2009 tenutosi a Pechino, ha ricevuto il premio onorario (fuori concorso) per la teoria e la filosofia.

Nel 2011 il XXXIV Seminario Mondiale Magico, tenutosi a Las Vegas, fu dedicato a Juan Tamariz sotto il motto Juan-der-ful.

(Biografia tradotta da https://es.wikipedia.org/wiki/Juan_Tamariz)